BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Tumore al seno, si guarisce sempre di più

novembre 2007 - ''La vera sfida del tumore al seno si giochera' nei prossimi dieci anni” così dichiara l'oncologo Umberto Veronesi, al congresso nazionale di senologia che si è tenuto a Firenze lo scorso ottobre.
“Per quella data – continua- prevediamo che le diagnosi saranno sempre piu' precoci e che dall'attuale 70% di guarigioni raggiungeremo l'85%''.
Gran parte del successo nella lotta al tumore al seno, dipende in primo luogo dalle donne stesse, che devono diventare protagoniste e farsi visitare sempre piu' precocemente.
Uno studio del CSPO su 28 mila donne del programma di screening di Firenze dimostra la capacità della nuova tecnologia di diagnosticare casi precocissimi. E per una buona prevenzione numerose ricerche confermano l’importanza dello stile di vita e dello sport.
Grazie alla mammografia digitale è talmente più facile accertare tumori al seno in fase precocissima, che tra le partecipanti ai programmi di screening vengono diagnosticati fino al 20% di casi in più.
Grandi speranze per la lotta al tumore derivano, per Veronesi, anche dalla genetica molecolare.
"Indagando il dna possiamo individuare il tumore non solo nella struttura istologica ma in quella molecolare, cosi' da avere terapie piu' mirate. Contro il tumore al seno, per esempio, stiamo studiando le applicazioni della vitamina A, protettrice dei tessuti, i cui derivati si accumulano nella mammella e che ridurrebbe la frequenza dei tumori del 15% in generale e del 40% nelle giovani piu' a rischio".
In Italia il numero di nuovi casi di tumore al seno ha smesso di aumentare, anche se questa malattia rappresenta comunque un quarto dei cancri al femminile.
Secondo le stime, ogni anno ci sono circa 37 mila nuovi casi (350 mila in totale le donne che oggi convivono con un tumore al seno) e 11 mila decessi (il 20% in meno rispetto alla seconda meta' degli anni '90).
La mortalita' si sta riducendo e anche la frequenza. Ora gli studiosi devono farsi carico della sofferenza femminile, riuscire a togliere il cancro dal cervello delle donne, oltre che dal corpo. Il tumore al seno incide infatti moltissimo nella psiche della donna malata: per questo diventa fondamentale il rapporto medico-paziente, ovvero la necessita' di associare alle cure mediche il rispetto dei risvolti psicologici e umani.

Copyright - Biotecnologia.it