BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

La pillola contraccettiva aumenta il rischio del tumore della cervice

dicembre 2007 - Nei Paesi più sviluppati l’assunzione della pillola contraccettiva tra i 20-30 anni è associata ad un aumento dei casi di tumore della cervice all’età di 50 anni, da 3,8 a 4,5 per 1.000 donne.
Le donne che assumono la pillola contraccettiva presentano quindi una più alta probabilità di sviluppare tumore della cervice.
È quanto emerge da uno studio condotto all’Università di Oxford (Gb), che ha analizzato i dati di 24 studi che hanno coinvolto complessivamente 16mila donne con cancro alla cervice e oltre 35mila senza.
Nello studio effettuato è stato dimostrato che l’assunzione per 5 anni degli anticoncezionali per via orale causa un raddoppio del rischio di carcinoma della cervice, rispetto al non uso.
Tuttavia il rischio è transitorio; dopo 10 anni di sospensione degli anticoncezionali il rischio è risultato simile a quello delle donne che non hanno mai assunto contraccettivi.Di contro la pillola contraccettiva riduce il rischio di tumore ovarico e di tumore dell’endometrio.
Il legame tra l’assunzione della pillola e il cancro alla cervice era già stato dimostrato attraverso altri studi in passato, ma questo è il primo che evidenzia quanto a lungo persista il rischio.
Si tratta di una scoperta che mette in evidenza l’importanza di screening adeguati nelle donne per il cancro alla cervice, il quale è il secondo più comune nelle donne e la loro principale causa di morte in diversi paesi.

Copyright - Biotecnologia.it