BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Individuato il recettore che si attiva durante un attacco di emicrania.

dicembre 2007 - Il mal di testa colpisce mediamente quasi otto milioni di italiani al giorno.La cefalea dell’emicrania è intensa e solo parzialmente controllata da farmaci, infatti al momento ildolore neuropatico non ha cure.
Un team di ricercatori del settore di Neurobiologia della Sissa (Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste), ha messo in atto uno studio per scoprire le cause e i meccanismi molecolari che innescano questo fastidio comunissimo, condotto grazie a un progetto finanziato da Telethon e illustrato su Journal of Neuroscience.
I ricercatori hanno studiato i meccanismi molecolari che caratterizzano un attacco di emicrania individuando un particolare recettore, il P2X3, importante nella traduzione del dolore.
Lo studio sul questo recettore del dolore ha permesso di riscontrare come la sua iperattivazione sia associata a variazioni di eccitabilità delle fibre sensoriali trigeminali responsabili della trasmissione della capacità di raccogliere gli stimoli dolorosi.
Aver individuato il recettore responsabile dell’attivazione trigeminale in condizioni che mimano unattacco emicranico può essere molto importante: in futuro si potrebbe riuscire a bloccare temporaneamente la sua attività durante un attacco di emicrania e quindi agirepreventivamente».

Copyright - Biotecnologia.it