BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Sequenziato il Dna del batterio killer

maggio 2008 - Gli antibiotici sono i farmaci con la massima efficacia terapeutica a disposizione della medicina. Tuttavia il loro uso costante e talvolta indiscriminato ha prodotto alcune specie di microrganismi patogeni resistenti che non vengono debellati dal trattamento con antibiotici convenzionali. Tra questi, l’Acinetobacter Baumannii,
più conosciuto purtroppo con il nome di Batterio Killer, è stato sequenziato dai ricercatori dell’Istituto di Tecnologie Biomediche del Cnr di Milano in collaborazione i colleghi del Dipartimento di Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità e con quelli del Dipartimento di Biologia dell’Università di Roma Tre.
Resistente agli antibiotici, il batterio è causa di 4.500-7.000 vittime ogni anno.
I ricercatori del Gruppo di sequenziamento ultramassivo guidato da Gianluca De Bellis dell’Istituto di Tecnologie Biomediche (Itb) del Consiglio nazionale delle ricerche di Milano hanno determinato l’intera sequenza del genoma del ceppo del batterio che ha provocato numerose epidemie ed elevata mortalità in ospedali italiani ed europei e che è resistente alla terapia con diverse classi di farmaci antimicrobici.
Solo in Italia, le infezioni contratte nelle strutture sanitarie siano la causa principale o accessoria di morte per 4.500-7.000 l’anno.
I segreti del genoma dell’ l’Acinetobacter Baumannii sono ora accessibili anche attraverso un sito Web (www.itb.cnr.it/genome-project) che permette di individuare le caratteristiche che danno a questo batterio una così ampia resistenza agli antibiotici, nonché specifici aspetti della sua patogenicità e adattamento ambientale.

Copyright - Biotecnologia.it