BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Stop alla malaria

luglio 2008 - Guarire la malattia con zanzare geneticamente modificate - La malaria ogni anno uccide circa 3 milioni di persone nel mondo, la maggioranza delle quali sono bambini nell’area dell’Africa sub-sahariana. La malaria è la più diffusa fra tutte le malattie parassitarie, e si mostra come una malattia febbrile acuta con segni di gravità diversa a seconda della specie infettante. Il serbatoio del parassita sono gli individui infettati cronicamente.
Il parassita della malaria (Plasmodium falciparum) è trasmesso agli uomini attraverso la puntura di una zanzara femmina infetta. All'interno dell'ospite umano, il parassita subisce una serie di cambiamenti: i suoi vari stadi permettono di infettare il fegato e i globuli rossi e, infine, evolvere in una forma in grado di infettare a sua volta una zanzara quando quest'ultima pungerà una persona infetta.
Gli scienziati dell’Imperial College di Londra hanno modificato geneticamente centinaia di zanzare per renderle resistenti a questa malattia. L’esperimento rientra nella nuova strategia delle Nazioni Unite finalizzata a debellare questa piaga. Rendere la zanzara immune alla malaria – sostengono gli scienziati – potrebbe portare all’interruzione di questo circolo trasmissivo della malattia.

Copyright - Biotecnologia.it