BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Il fumo danneggia la memoria

settembre 2008 - Secondo uno studio pubblicato si Archives of Internal il consumo di tabacco sembra possa provocare un peggioramento delle funzioni mnemoniche nelle persone di mezza eta'.
A sostenerlo e' la dottoressa Sabia e colleghi dell'Institut National de la Sante' et de la Recherche Me'dicale di Villejuif (Francia), che ha analizzato i dati dello studio inglese Whitehall II che, tra il 1985 e il 1988 (fase 1) ha coinvolto 10.308 funzionari pubblici londinesi di eta' compresa tra i 35 e i 55 anni.
I ricercatori, hanno verificato il consumo di sigarette dei partecipanti all'inizio dello studio (fase 1) e tra il 1997 e il 1999 (fase 5). Sempre in questo periodo, 5.388 dei funzionari pubblici hanno completato alcuni test per la memoria, il ragionamento e il linguaggio e di questi 4.659 sono stati riesaminati anche dopo 5 anni.
Durante gli studi i fumatori di mezza età presentavano un deficit della memoria maggiore rispetto ai coetanei che non consumavano sigarette.
L'associazione tra il fumo di sigaretta e la memoria viene probabilmente sottostimata per il maggior rischio di decesso dei fumatori e per il loro rifiuto di sottoporsi a test cognitivi.

Copyright - Biotecnologia.it