BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Scoperti nel sangue rivelatori di tumori

ottobre 2008 - La maggior parte delle tecniche utilizzate oggi in oncologia sono invasive, e hanno per questo motivo limitate applicazioni cliniche.
La possibilità di un nuovo approccio potrebbe rivoluzionare la gestione clinica di diversi tumori e malattie.
Al centro di tutto ci sono i microRna, piccole molecole di Rna che sono state collegate allo sviluppo di tumori.
Recenti studi hanno individuato in singoli microRna possibili biomarker diagnostici per specifici tumori, ma queste ricerche non erano in grado di escludere che questi elementi fossero già presenti e non comparsi successivamente ad una contaminazione.
Uno studio cinese pubblicato online su 'Cell Research', apre però la strada a un nuovo approccio diagnostico non invasivo che ha scoperto nel sangue umano le 'impronte digitali' del tumore.
La svolta apportata dalla ricerca effettuata consiste nell’aver per la prima volta caratterizzato l'intero profilo dei microRna del sangue di soggetti sani e di pazienti con tumore dei polmoni, del colon-retto e con diabete, escludendo quindi la possibilità di una contaminazione.
Secondo lo studio effettuato, infatti, i microRna nel siero possono servire come biomarcatori per evidenziare la presenza di malattie fra cui diversi tipi di cancro, e anche il diabete.
Si ipotizza inoltre che questa nuova tecnica sarà anche utile alle compagnie farmaceutiche per identificare sottogruppi di popolazione che rispondono ai farmaci che hanno fallito nelle prove di sperimentazione clinica.

Copyright - Biotecnologia.it