BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Olio di pesce e malattie neurodegenerative

maggio 2009 - Secondo una ricerca condotta dal team del Neuroscience Center of Excellence dell’Università della Louisiana, un acido grasso Omega-3, introdotto nella dieta, è in grado di proteggere dalle malattie neurodegenerative come il Parkinson e la Corea di Huntington. La ricerca è stata presentata il 19 aprile al meeting annuale della American Society for Nutrition.
Sembra infatti che questo acido grasso sia in grado di proteggere le cellule cerebrali prevenendo il cattivo assemblamento strutturale di una proteina frutto di una mutazione genetica, riscontrata nei pazienti affetti da queste patologie.
L’Atassia Spinocerebellare è per esempio una malattia che colpisce la sfera del linguaggio, i movimento oculari e la coordinazione delle mani già in tenera età, e rappresenta uno dei disordini derivanti da difetti di conformazione della proteina Ataxin-1.
La ricerca effettuata ha permesso di comprendere che l’acido grasso Omega-3 DHA protegge le cellule da questo difetto.
La ricerca fornisce le basi per nuovi approcci terapeutici per manipolare le cellule epiteliali pigmentate della retina come fonte di NPD1 ai fini del trattamento dei pazienti che presentano questa mutazione, come nei casi di alcune forme di Parkinson, Retinite pigmentosa e di Alzheimer.

Copyright - Biotecnologia.it