BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Cellule staminali come terapia del cancro

giugno 2009 - Arrivano dalla University College di Londra i risultati di una ricerca presentati al Congresso dell’American Thoracic Society svoltosi a San Diego.
Secondo quanto emerso dalla ricerca, cellule staminali del midollo ingegnerizzate geneticamente, si sono rivelate promettenti come innovativo strumento per introdurre nel tumore proteine killer.
Esperimenti nei topi e in colture cellulari hanno mostrato come cellule staminali adulte possono puntare in modo preciso alle cellule cancerose e rilasciare contro esse una proteina che attacca solo il tumore e non danneggia il tessuto sano.
Sono stati combinati due dati già noti: il primo è la capacità delle cellule staminali di scovare i tumori presenti nell’organismo, la seconda è l’abilità della proteina killer del tumore (denominata TNF-related apoptosis-inducing ligand o TRAIL) di uccidere solo ed esclusivamente le cellule tumorali.
I ricercatori hanno modificato cellule staminali per far loro esprimere e produrre la proteina TRAIL.
Questo è avvenuto iniettando le cellule in topi a cui era stato indotto il tumore alla mammella: dall’esperimento si è visto che queste cellule hanno vagato per l’organismo, uccidendo le cellule tumorali incontrate e lasciando intatti i tessuti sani. Il 38% dei tumori è stato completamente eliminato.
Oltretutto, le cellule prodotte sono risultate "immunoprivilegiate", l’organismo cioè non le ha rigettate come estranee.
Questo ulteriore particolare rappresenta una svolta nel campo delle terapie cellulari. Sulla base di questi dati si pensa di poter iniziare gli studi clinici nel giro di 2 o 3 anni.

Copyright - Biotecnologia.it