BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Un farmaco biologico sperimentale sconfigge tumore alla prostata inoperabile

luglio 2009 - E’ accaduto durante i test per il farmaco biologico, anticorpo monoclonale, ipilimumab, che rafforza il sistema immunitario nella lotta al tumore. La notizia clamorosa riguarda due pazienti affetti da tumore alla prostata ormai metastatizzato e inoperabile. Sono stati trattati con una singola dose di un farmaco sperimentale, e sono guariti.
Il trattamento, condotto in Minnesota, prevedeva inizialmente l’utilizzo di farmaci convenzionali per assorbire gli ormoni maschili che alimentano la crescita del tumore, e successivamente l’assunzione di una singola dose di ipilimumab.
La terapia ha eliminato così tante cellule cancerose da permettere ai due pazienti di sottoporsi all’intervento chirurgico per asportare la massa tumorale, precedentemente risultata inoperabile a causa delle grandi dimensioni.
Ipilimumab è un anticorpo umanizzato che blocca l’attività di CTLA-4 (antigene 4 associato ai linfociti T citotossici), e sostiene un’attiva risposta immunitaria nell’attacco alle cellule cancerose da parte dei linfociti T.
E’ ora in previsione un secondo esame, che sarà effettuato su un campione di pazienti più ampio e nel quale verranno impiegate dosi più elevate del farmaco.

Copyright - Biotecnologia.it