BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Individuato un nuovo fattore di rischio per la leucemia

gennaio 2010 - Viene dal Europe Institute of Cancer Research di Londra la scoperta di quattro nuove varianti genetiche che incidono sul rischio di contrarre una delle forme più gravi di leucemia, confermando allo stesso tempo l’ereditarietà degli stessi. Secondo David Grant, responsabile scientifico del progetto, è possibile conoscere dieci varianti genetiche associate alla leucemia linfatica cronica. Questa forma è caratterizzata dalla proliferazione monoclonale di piccoli linfociti che si accumulano nel sangue periferico, nel midollo osseo, milza, fegato, linfonodi. L’'analisi del processo di insorgenza di questa malattia del suo sviluppo (eziopatogenesi) è per lo più sconosciuta, ma è accertato che colpisce più frequentemente i paesi occidentali a sviluppo industriale, nello specifico di soggetti anziani tra i 50 e i 70 anni e di sesso maschile (rapporto di 2 a 1 con le femmine). La ricerca inglese, anticipata da Nature Genetics, è stata effettuata esaminando oltre 2500 pazienti affetti da leucemia linfatica cronica, e comparandoli con circa 6000 pazienti sani alla ricerca di differenze nel Dna tra i due gruppi.

Copyright - Biotecnologia.it