BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Italia e Germania unite dal biotech

febbraio 2011 - Si moltiplicano i rapporti tra società, centri di ricerca, distretti industriali, facoltà universitarie sui due versanti delle Alpi.
Una piccola joint venture italo-tedesca, chiamata Imax Discovery, ha sede a Dortmund e rappresenta un importante elemento di collaborazione tra Italia e Germania nel campo del biotech. La collaborazione tra le due aziende unisce il know-how italiano nello screening a una specializzazione tedesca nella chimica e nei composti naturali.
Il campo d'azione della collaborazione italo tedesca è vasto: dall'industria alla cosmetica, dalla medicina all'agroalimentare. Le imprese italiane sono circa 320, quelle tedesche 531, secondo una ricerca di Deutsche Bank. La cooperazione tra i due paesi è troppo recente perché vi siano cifre esaustive. Ines Aronadio, dall'ufficio dell'Istituto per il commercio estero a Berlino, osserva che il numero di aziende italiane alle fiere del settore in Germania è raddoppiato nei tre ultimi anni.
Il portavoce del Ministero dell’istruzione e della ricerca Benedikt Wolbeck, segnala inoltre che i due paesi collaborano in almeno cinque progetti europei. In Germania il governo ha investito denaro pubblico fin dagli anni 90, creando dei distretti biotecnologici. Dortmund, nel cuore della vecchia Ruhr, vuole abbandonare l'industria pesante e specializzarsi nel terziario. Secondo l'amministratore Bernard Becker, la collaborazione con l'impresa italiana è un perfetto incontro che permette di valorizzare due specializzazioni complementari. La biotecnologia è un settore nuovo dove l'aspetto tecnologico è premiante, ma nessuna azienda ha tutto il know-how a disposizione quindi collaborare diventa essenziale. La chimica tra le persone con esperienze diverse poi si rivela particolarmente utile in un campo tutto da scoprire e infine c'è l'aspetto culturale: tra italiani e tedeschi c’è una vicinanza culturale invidiabile.
La collaborazione italo-tedesca nel settore della biotecnologia riguarda anche le università e i centri-studi. Il Technologiepark di Heidelberg collabora con il Politecnico di Milano, mentre il Leibnitz-Institut für Molekulare Pharmakologie (Fmp) ha contribuito a creare forti legami tra la Toscana e i Länder del Brandeburgo e di Berlino.

Copyright - Biotecnologia.it