BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

La molecola CD14 ostacola le infezioni batteriche

novembre 2011 - I ricercatori dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, in collaborazione con l’Harvard Medical School di Boston, hanno riconosciuto come fondamentale la presenza della molecola CD14 in difesa dell’organismo contro alcuni batteri patogeni. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Cell, e ha individuato che attraversoCD14 avviene un nuovo meccanismo molecolare per la produzione di un particolare gruppo di proteine, gli Interferoni di tipo I, in grado di ostacolare l’infezione di batteri, come per esempio l’Escherichia Coli.
Questi batteri hanno sulla loro superficie una molecola, il lipopolisaccaride (LPS), riconosciuta da un recettore in grado di mandare dei segnali di pericolo all’organismo e la cui scoperta, avvenuta più di dieci anni fa, è valsa quest’anno il Premio Nobel per la Medicina.
Questo recettore (TLR4) una volta attivato è in grado di scatenare tutta una serie di segnali, tra cui la produzione di Interferoni, che portano al controllo e all’eliminazione dell’infezione.
Nello studio viene dimostrato- spiega Ivan Zanoni, ricercatore presso il Dipartimento di Biotecnologie e Bioscienze dell’Università di Milano-Bicocca- che il recettore viene “accompagnato” dalla molecola CD14 durante le diverse fasi della sua attivazione.
Questa scoperta apre nuove strade per bloccare risposte immunitarie incontrollate, dovute alla presenza di alte dosi di LPS nel sangue, come accade per alcune forme di infezioni batteriche che raggiungono il circolo sanguigno (sepsi). La sepsi è ancora oggi la principale causa di ricovero e morte nelle unità di terapia intensiva come una mortalità che varia tra il 30 e il 50 per cento.
Lo studio ci permette di pensare alla creazione di molecole specifiche in grado di bloccare il CD14, eliminando quindi la produzione di Interferoni, principale causa dello shock settico, conclude Francesca Granucci, professore associato che dirige i laboratori di Immunologia Cellulare e Molecolare dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Copyright - Biotecnologia.it