BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Un nuovo vaccino in sperimentazione per contrastare l’Alzheimer

febbraio 2012 - Due istituti napoletani del Consiglio nazionale delle ricerche: l’Istituto di genetica e biofisica (Igb-Cnr) e l’Istituto di biochimica delle proteine (Ibp-Cnr) hanno realizzato un vaccino di nuova generazione, (1-11)E2, in grado di innescare una risposta immunitaria contro il beta–amiloide, un peptide che si accumula nel cervello dei malati di Alzheimer, causando danni alla memoria e alle capacità cognitive.
Lo studio, pubblicato sulla rivista Immunology and Cell Biology, ha permesso alla molecola di ricevere il brevetto italiano e per questo è stata depositata una domanda di brevetto internazionale. La molecola consiste in una proteina chimerica, ottenuta cioè dalla fusione di due proteine diverse: un piccolo frammento del peptide beta-amiloide, coinvolto nell’Alzheimer, unito con una proteina batterica. La sostanza è capace, in provetta, di auto-assemblarsi formando una struttura simile a un virus.
Il vaccino induce la produzione di anticorpi, questi ultimi si legano al peptide che causa la malattia, favorendone così l’eliminazione.
La sperimentazione, attualmente nella fase pre-clinica, prevede la somministrazione del vaccino a topi normali.
Il passo successivo consiste nel testare l’efficacia terapeutica e i possibili effetti collaterali in topi transgenici che sviluppano una patologia simile all’Alzheimer.

Copyright - Biotecnologia.it