BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Un batterio nell'inchiostro per tatuaggi

agosto 2012 - L'allarme e'attualmente confinato agli Stati Uniti, dove la FDA (Food and Drug administration) ha emesso un comunicato per i cittadini che mette in allerta riguardo partite di inchiostro contaminato da batteri.
Alcuni degli inchiostri contaminati hanno provocato gravi infezioni in almeno quattro stati americani alla fine del 2011 e nella prima parte del 2012. Il batterio in questione e' il M.chelonae, responsabile di infezioni alle articolazioni, malattie ai polmoni e problemi oculari, la cui diagnosi può essere difficile e che può necessitare di terapie anche molto lunghe.
I casi segnalati riguardano 19 persone di Monroe County, nello stato di New York, tutte rivoltesi allo stesso tatuatore, e altri riportati a Washington, nell'Iowa e in Colorado.
In Italia al momento non e' stato rilevato un aumento dell'incidenza dei casi di infezione legate ai tatuaggi. Nessuno riguardante questo specifico batterio. I casi piu' frequenti di infezioni legate ai tatuaggi sono impetigine e verruche, con una frequenza dell'1-2% delle esecuzioni. Più frequenti invece (5%) le dermatiti da contatto e le reazioni allergiche al colorante usato.

Copyright - Biotecnologia.it