BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Virus dell'HIV modificato guarisce dalla leucemia

dicembre 2012 - A sette mesi dal trattamento, nessuna traccia della malattia. - La notizia arriva dalla Pennsylvania, Usa.
Emma Whitehead, una ragazzina affetta da leucemia linfoblastica acuta in fase avanzata, rappresenta un punto di svolta e di speranza per il settore oncologico e per il mondo intero.
La ragazzina non aveva risposto alla chemioterapia tradizionale, per questo il suo caso si era ben prestato alla sperimentazione condotta dai ricercatori del Children's Hospital di Philadelphia.
E' divenuta la prima bambina a cui è stato rieducato il sistema immunitario "riprogrammandolo" al fine di individuare ed eliminare il cancro.
Il trattamento funziona come segue: vengono prelevate delle cellule del sistema immunitario chiamate cellule T e, attraverso il virus Hiv disattivato vengono messe nelle condizioni di riconoscere le cellule B, nate "buone" ma che in questo specifico caso di leucemia impazziscono diventando maligne.
I linfociti T "corretti" vengono reimmessi nel sangue, dove si occupano della distruzione delle cellule cancerogene.
A distanza di sette mesi dal trattamento, le cellule che combattono il cancro sono ancora nel suo organismo.
Emma è guarita.

Con le necessaria e doverosa cautela, trattandosi di situazioni ancora in fase di sperimentazione, l'intero mondo oncologico è col fiato sospeso.
Se dovesse essere risultare vincente e venisse confermata, la terapia potrà sostituire quella che oggi è spesso considerata come l'ultima spiaggia per i malati di leucemia, il trapianto di midollo, e la sua applicazione potrà essere estesa a moltissime forme di tumore.

Copyright - Biotecnologia.it