BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Addio ago: per i prelievi di sangue arriva la ventosa.

novembre 2015 - Sviluppata negli Stati Uniti dall’Università Wisconsin Madison una ventosa indolore - Anche se negli anni gli aghi sono diventati sempre più sottili e le misure di prelievo sempre più rapide e pratiche, a temere i prelievi sono molte più persone di quante ci si possa immaginare. Non riguarda solo i bambini: moltissimi adulti non riescono proprio a superare quell’ansia che li prende nel sentirsi “bucati” e di vedere il proprio sangue sgorgare in una provetta. Nella maggior parte dei casi si tratta della somma di due paure: quella della vista del proprio sangue e quella dell’ago che penetra la pelle. Sfruttando la microfluidica, ovvero la tecnologia che studia la manipolazione di liquidi attraverso canali microscopici, è stata sviluppata negli Stati Uniti dall’Università Wisconsin Madison in collaborazione con l’azienda Tasso inc. una ventosa in grado di assorbire il sangue in maniera del tutto indolore, e soprattutto senza bucare ed estraendo il sangue dai capillari. Il nuovo dispositivo inibisce la vista del sangue perché il prelievo viene effettuato da una piccola ventosa che si applica sul braccio e il sangue viene assorbito dalla ventosa senza che il paziente se ne renda conto. Attualmente la ventosa è delle dimensioni di una pallina da ping pong, e ciò rende possibile solo alcuni tipi di esami di base come il controllo del colesterolo, la glicemia o l’emocromo. Se ne prevede la disponibilità entro il 2016.

Copyright - Biotecnologia.it