BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Cellule riprogrammate per combattere il tumore

aprile 2016 - Ricercatori del Mit di Boston sostengono di essere riusciti a riscrivere il codice del Dna delle cellule e a inserirlo nei batteri per alterarne il funzionamento. L’obiettivo è 'armarle' di farmaci antitumorali.
E’ stato pubblicato su Science uno studio dei ricercatori del MIT di Boston volto a dimostrare che, proprio come è possibile riprogrammare il software di un computer, è possibile riscrivere il codice del Dna e inserirlo nei batteri per alterarne il funzionamento. Lo studio ora si concentra sulla ricerca di una via per 'riprogrammare' le cellule in modo da spingerle a rilasciare farmaci antitumorali quando incontrano il cancro.
Secondo il docente di Ingegneria biologica Christopher Voigt, “Si utilizza un linguaggio basato su un testo, proprio come quando si riprogramma un computer, si compila un testo e si realizza una sequenza di Dna che si inserisce nella cellula, a quel punto questo circuito funziona all'interno della cellula".
I ricercatori hanno progettato sensori che possono essere codificati nel Dna di una cellula batterica e che rilevano composti diversi, come ossigeno o glucosio, così come luce, temperatura, acidità e altre condizioni ambientali.
Lo sviluppo di questo studio comprende la progettazione di cellule batteriche in grado di produrre un farmaco contro il cancro quando rilevano un tumore.

Copyright - Biotecnologia.it