BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Uno studio spagnolo in aiuto del diabete

aprile 2018 - Sintetizzata una molecola con una doppia azione sul diabete - La ricerca è stata condotta sui topi e su cellule umane coltivate in vitro.
Finora le terapie disponibili non erano riuscite ad agire contemporaneamente sui due aspetti, riuscendo ad agire sull’immunosoppressione oppure sulla stimolazione della rigenerazione delle betacellule.
La molecola BL001 si lega a un recettore molecolare, e impedisce lo sviluppo del diabete attraverso il mantenimento combinato di cellule beta funzionanti e il rilascio di fattori anti-infiammatori.
Nello studio pubblicato su Nature Communications il gruppo di studio spagnolo del Centro andaluz de Biologia Molecular y Medicina Regerativa (Cabimer) ha sperimentato una molecola ambivalente che riduce l'attacco che il sistema immunitario dei malati scaglia contro il pancreas distruggendo le cellule che producono insulina e insieme reintegra la popolazione di betacellule distrutte.
Nelle cellule umane lo studio ha riguardato il diabete di tipo 2 e la molecola agisce proteggendo le betacellule pancreatiche dalla morte cellulare e migliorando la secrezione insulinica.
Secondo gli esperti le cellule alfa, anch'esse caratterizzate dalla presenza del recettore al quale la molecola può legarsi, potrebbero andare incontro a un processo chiamato transdifferenziazione - un'ipotesi in realtà ancora da verificare. Tale trasformazione consentirebbe di rigenerare la popolazione di cellule beta da un campione inesistente o gravemente danneggiato.
Tuttavia la strada è ancora lunga: si devono analizzare soglie di efficacia e tossicità al fine di renderlo
sicuro e non meno importante è la necessità di fondi per sostenere il costo del farmaco.

Copyright - Biotecnologia.it