BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Nuova terapia anti obesità

ottobre 2018 - Gli effetti del freddo e della nicotina in una terapia per contrastare l’obesità - Questa terapia anti-obesità fa bruciare i grassi, sfruttando la reazione corporea alle basse temperature, e contemporaneamente frena l'appetito, sfruttando l'effetto anoressizzante della nicotina.
I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nature Communications dal gruppo internazionale del Centro Helmholtz per le ricerche sulla salute ambientale di Monaco.
Per colpire questi due target è stata messa a punto una terapia combinata che si basa sulla somministrazione di due piccole molecole: l'icilina, che mima il freddo, e il dimetilfenilpiperazinio, che simula l'azione della nicotina.
È stata sperimentata sui topi, ai quali ha favorito la perdita di peso correggendo il metabolismo degli zuccheri.
Questa nuova strategia agisce come una tenaglia colpendo simultaneamente due bersagli molecolari: il recettore TRPM8 che stimola la produzione di calore corporeo in risposta alle basse temperature ed il recettore alfa3beta4 che, attivato dalla nicotina, frena lo stimolo della fame.
La terapia ridefinisce l'equilibrio energetico dell'organismo, inducendo una riduzione del peso corporeo e una correzione dell'intolleranza al glucosio che solitamente precede il diabete. Risultati incoraggianti di una prossima sperimentazione anche sull'uomo potrebbero aprire la strada a una nuova terapia per l'obesità e le malattie del metabolismo associate, in primis il diabete.

Copyright - Biotecnologia.it