BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Nuovo passo in avanti nella lotta contro il tumore al seno.

febbraio 2019 - La ricerca è stata finanziata dall’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc).
La ricerca, pubblicata su EBiomedicine del Gruppo Lancet, ha individuato una nuova firma staminale molecolare con geni espressi in alcune neoplasie mammarie.
Un team dell’Istituto Europeo di Oncologia e dell’Università di Milano ha scoperto un insieme di geni in grado di valutare la possibilità di ogni individuo di sviluppare metastasi.
I risultati di questo studio potrebbero in futuro permettere di realizzare terapie personalizzate, che tengano conto del rischio effettivo di ogni singola persona di sviluppare metastasi.
La nuova firma è composta da 20 geni e misura il grado di "staminalità" presente nel tumore primario, che dipende sia dal numero sia dall'aggressività biologica delle cellule staminali del cancro. Queste cellule madri sono all'origine dell'insorgenza della malattia tumorale e sono ritenute responsabili della formazione di metastasi nel tempo.
Attualmente l'efficacia clinica della firma molecolare è in corso di studio con lo scopo di valutare l’effettivo ‘ruolo’ svolto dai geni scoperti.
Successivamente si potranno studiare nuovi farmaci in grado di agire sui prodotti di uno o più dei geni che costituiscono la nostra firma staminale molecolare.
L’obiettivo è quello di colpire direttamente le cellule staminali tumorali e sviluppare nuove terapie molecolari contro il cancro al seno.

Copyright - Biotecnologia.it