BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

L’ambiente e lo stile di vita determinanti nell’insorgenza dei tumori.

maggio 2019 - L’ambiente e lo stile di vita determinanti nell’insorgenza dei tumori. - La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Nature Genetics e finanziata dal Consiglio Europeo per la Ricerca (Erc).
Ammalarsi di tumore potrebbe non è una questione di casualità, lo dice la scienza.
Le traslocazioni cromosomiche sono la conseguenza della rottura della doppia elica del Dna. Secondo i ricercatori dello IEO (Istituto Europeo di Oncologia), queste alterazioni di Dna legate ai tumori e chiamate ‘traslocazioni cromosomiche’, sarebbero prevedibili e provocate da fattori esterni, tra cui lo stile di vita e l’ambiente circostante.
Lo studio si inserisce all’interno del dibattito sul ruolo della casualità nell’insorgere di una malattia oncologica, che era stato aperto nel 2016 da tre studi pubblicati su Science da Bert Vogelstein, della Johns Hopkins Medical School. Secondo i suoi studi due terzi delle mutazioni trovate nei tumori si formano per caso durante la normale vita dei tessuti.
Durante lo studio sono state esaminate le cellule normali e tumorali del seno, osservando che né le traslocazioni né il danno al Dna avvengono casualmente: secondo quanto emerso è possibile prevedere quali geni si romperanno con una precisione superiore all’85%.
A cambiare la prospettiva della casualità del cancro la scoperta che l'attività di quei geni sia controllata da segnali specifici provenienti dall'ambiente e dai nostri comportamenti. Tra questi il fumo, l’alcool, l’obesità e la sedentarietà: secondo gli esperti, eliminando o correggendo queste cattive abitudini si può prevenire il 40% dei tumori.

Copyright - Biotecnologia.it