BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Perdendo il 10% del peso il diabete di tipo 2 può andare in remissione

ottobre 2019 - Le probabilità di guarigione raddoppiate rispetto alle persone che hanno mantenuto lo stesso peso. - Il diabete di tipo 2 è una malattia cronica con complicazioni significative e colpisce 400 milioni di persone in tutto il mondo. Può comportare l’aumento del rischio di malattie cardiache, di ictus, cecità e amputazioni. La malattia può essere gestita attraverso una combinazione di cambiamenti positivi nello stile di vita e di farmaci, e i livelli elevati di glucosio nel sangue che definiscono il diabete possono tornare alla normalità, il tutto attraverso una significativa restrizione calorica e una conseguente perdita di peso. Una dieta intensiva a basso contenuto calorico che prevede un apporto giornaliero totale di 700 calorie per 8 settimane è stata associata alla remissione in quasi nove persone su dieci con diabete recentemente diagnosticato e in metà delle persone con malattia di lunga durata.
Da tempo si sa che è possibile mandare il diabete in remissione utilizzando programmi di perdita di peso intensiva e restrizione calorica estrema. Questi interventi si rivelano però di difficile realizzazione per molti dei pazienti. Attraverso uno studio pubblicato sulla rivista Diabetic Medicine, i ricercatori dell’Università di Cambridge hanno evidenziato che la remissione del diabete di tipo 2 è possibile con una perdita di peso pari al 10% nei primi cinque anni dopo la diagnosi medica.
È emerso come i malati che riescono ad ottenere questo obiettivo abbiano maggiori probabilità di contrastare la malattia, senza interventi intensivi o estreme restrizioni caloriche. Lo studio ha riguardato 867 persone con diabete di recente diagnosi in età compresa tra 40 e 69 anni. Il 30% dei partecipanti erano in remissione perché avevano raggiunto una perdita di peso del 10% entro i primi cinque anni dalla diagnosi. Le loro probabilità di guarigione erano raddoppiate rispetto alle persone che hanno mantenuto lo stesso peso.
Questo sarà un obiettivo più realizzabile per molte persone.

Copyright - Biotecnologia.it