BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Sla, una nuova strategia per riparare i danni ai neuroni

gennaio 2021 - La sclerosi laterale amiotrofica è una malattia neurodegenerativa, caratterizzata da una paralisi progressiva dei muscoli scheletrici compresi quelli degli arti, della deglutizione, della fonazione e della respirazione. Si tratta di una malattia neurodegenerativa causata da una perdita progressiva dei neuroni motori o motoneuroni, che controllano il movimento e l’attività dei muscol.
La persona che si ammala di Sla, pur mantenendo a pieno le proprie funzioni mentali, vive in un contesto di grande sofferenza e in pochi anni può andare incontro alla morte.
In Europa si registrano circa 1,5-2,5 nuovi casi di malattia ogni 100mila persone.
Un passo molto importante verso una futura terapia per la Sclerosi Laterale Amiotrofica (Sla), è uno studio ad opera dei ricercatori dell’Università di Edimburgo.
Il danno prodotto dalla malattia alle cellule nervose potrebbe essere riparato migliorando i livelli di energia fornita dai mitocondri, le centraline energetiche dei neuroni motori.
Lo studio si è focalizzato su una serie di modelli di cellule staminali umane, ricavate da persone con malattie del motoneurone.
E’ emerso che l'assone, ovvero la parte dei neuroni motori che conduce l'impulso elettrico, è più corto in termini di dimensioni rispetto alle cellule sane. Per questo motivo il movimento dei mitocondri, che viaggiano negli assoni, risulta indebolito.
Bisogna quindi lavorare sul rifornimento di energia dei mitocondri, che risulta difettoso. Lavorando su questi ultimi che si può far tornare l'assone in condizioni normali. La strada è quella di identificare farmaci, tra quelli esistenti e già approvati, in grado di stimolare i mitocondri e riparare così i motoneuroni.
Il risultato di questa scoperta è stato descritto in uno studio pubblicato nella rivista scientifica “Acta Neuropathologica”.

Copyright - Biotecnologia.it