BIOTECNOLOGIA.it

: il punto di riferimento della Biotecnologia Italiana.



Uno sguardo ai risultati

Sconfitta della Vecchiaia

La perdita di efficienza del cervello provocata dalla vecchiaia potrebbe essere reversibile, secondo alcuni studi di ricercatori Californiani. Gli scienziati sono riusciti a restituire ai neuroni atrofizzati di otto scimmie anziane il vigore della gioventù in un esperimento di terapia genica nei laboratori della Università di California, a San Diego. La ricerca mirava a trovare un modo per rallentare la perdita di efficienza del cervello provocata dalla vecchiaia.
Ma gli esperimenti del gruppo guidato dal dottor Mark Tuszynski hanno dato risultati ancora migliori del previsto. «Con nostra sorpresa, la tecnica usata ha completamente invertito gli effetti» dell' invecchiamento delle cellule cerebrali.
Lo studio ha confermato la teoria che le cellule cerebrali, invece di morire, subiscono un processo di atrofizzazione. «La convinzione che nel corpo umano, dopo i 20 anni, muoiano oltre diecimila neuroni al giorno è inesatta», ha affermato lo scienziato. Esaminando i neuroni della corteccia cerebrale delle scimmie anziane i ricercatori hanno constatato che quelli perduti erano pochi. I danni maggiori sono stati constati in un altro settore del cervello, il pro sencefalo, dove circa due/terzi dei neuroni si erano atrofizzati. Ma le cellule non erano morte: inserendo i geni responsabili del fattore di crescita nervosi (Ngf) le cellule atrofizzate sono state riportate al in attività. Al termine dell'esperimento era possibile individuare una quantità di neuroni vicina al 92 per cento del numero presente nelle scimmie giovani. La terapia è così promettente che gli scienziati hanno già chiesto di poter iniziare uno studio analogo su persone anziane sofferenti di Alzheimer. Se arriverà il permesso delle autorità sanitarie Usa, i ricercatori inietteranno nel cervello dei malati di Alzheimer geni Ngf per verificare se sarà possibile ripristinare parte delle facoltà cerebrali.

Copyright - Biotecnologia.it